In base alle nuove normative Europee informiamo l'utente che questo sito utilizza cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti. Per saperne di più clicca in alto sul link Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Lingua Italiana English Language

 

Lia Pascaniuc

Lia Pascaniuc

Figlia d'arte, nasce a Marginea (Romania) nel 1981 dove studia “Arti e mestieri contemporanei” diplomandosi nel 1997, per proseguire poi dal 1998 gli studi a Torino (Italy) in campo economico con una tesi sulla “Tutela pubblica dei beni artistici di proprietà privata” relatore Prof. Airoldi nel 2011.

Di seguito testo di Chiara Canali:

Temi cari all’artista Lia Pascaniuc, già allieva del maestro Franco Fontana, sono i valori della sostenibilità e dell’ecologia, nella prospettiva di un’ideale armonia e convivenza tra pianeta e umanità. Con la sua ricerca Lia Pascaniuc esplora le emergenze della società odierna, in primo luogo l’acqua, l’ambiente e i suoi fenomeni naturali.

Le trasformazioni irreversibili, i cambiamenti climatici, il global warming sono alcuni degli ambiti di indagine affrontati con la tecnica fotografica e con l’utilizzo di nuove tecnologie multimediali, dalla video-installazione all’ologramma. 

Influenzata dalle parole e dal pensiero di Zygmunt Bauman che definisce “modernità liquida” la nostra condizione attuale per la transitorietà e l’insicurezza dei rapporti, Lia Pascaniuc ha dato avvio a un progetto in divenire intitolato Vita Liquida dove l’acqua è assente e l’inquadratura, interamente oscurata attraverso particolari banchi ottici, lascia il campo alla vita delle creature marine, nel vuoto più assoluto di una spazialità condivisa. 

Le fotografie di questa serie, eseguite analogicamente all’interno del set di un acquario artificiosamente deprivato dell’acqua, si concentrano unicamente sulle variopinte sfumature dei pesci, che spiccano dal buio più assoluto dello sfondo. La sottrazione di liquidi diventa metafora di una sensazione di incertezza, mutevolezza e virtualità, che viene ancor più approfondita nella recente sperimentazione tecnologica. 

L’artista si è rivolta alla tecnologia olografica avvalendosi di una particolare attrezzatura con vetro inclinato come strumento di trasmissione delle immagini. In queste sculture, che presentano al loro interno dei video in 3D con le immagini in movimento di pesci chirurgo, color giallo fosforescente o di meduse iridescenti fluttuanti nel vuoto, la fluidità della visione tridimensionale balza al di fuori della scultura e si proietta nello spazio, destando nello spettatore un senso di instabilità e vertigine.

Le sue opere: fotografiche, istallazioni,  o di light box sono disponibili solo in 5 formati diversi, garantendo l’unicità del formato e numerazione. Fanno parte delle collezioni permanenti della Forever Olympic Art Center Beijing (China), Galleria Civica del Museo di Modena (Italy) e del  Florean Contemporary Art Museum (Romania) oltre numerosi collezionisti privati.

 

MOSTRE PERSONALI

2015

Vita Liquida - Acquario Civico di Milano, Milano 

 



MOSTRE COLLETTIVE

2015

Contemporary Istanbul Art Fair, Istanbul, Turchia

De Rerum Natura - Infra Terram, Barbara Paci Galleria d'Arte - Pietrasanta, Lucca

Memorie di equilibrio, water & land grabbing, Galleria AMY D Arte Spazio, Milano

Contest MWAM MILANO CITTA' MONDO Fabbrica del Vapore di Milano, Spazio Ex Cisterne;

Personale, Galleria RezArte, Reggio Emilia Circuito Off Fotografia Europea 

Piazze del Piemonte - Consiglio Regionale del Piemonte e Centro di cultura contemporanea Birrificio Metzger Torino. Set-up

ArtFair con Galleria RezArte, Bologna 

2014

Selezionata al Premio ArtiVisive San Fedele, Milano;

2013

Biennale d'arte moderna e contemporanea del Piemonte – BAM ON TOUR 2013

 Road to the art, Parco Idroscalo, Milano 

Preview, XL Combines Gallery, Milano

2012

The River Thames - The Great Wall – Embrace the World, Collettiva, Barbican Gallery, Londra 

H.OPE ART, Collettiva performance, Reggia di Venaria

2011

Sweet Italy - Bunga Bunga Republic, Collettiva, Galleria Abnormals, Berlino 

The Best of Terzo Rinascimento, Collettiva, Galleria Famiglia Margini, Milano 

Virtual Tatoo e Movimenti – Terittori a Paratissima, manifestazione durante Artissima, Torino.

2010

ArteArt Prize Laguna 2009, Tese di San Cristoforo Arsenale, Venezia 

PermanenteDinamica 2010 #2, Tripersonale, Galleria Micro Macro Art Zone, Torino

Terzo Rinascimento, Collettiva, Àcaos - Galleria Civica di Arte Contemporanea, Acicastello-Sicilia

Mail Art Project, Collettiva, Florean Contemporary Art Museum, Romania 

2009

Parattisima 5.2, Manifestazione durante i giorni di Artissima, Torino;

Le trasformazioni irreversibili, Collettiva, TurinPhotoFestival, Torino;

Dall’acqua al sale, Autori in vetrina, De Carlo Torino 

Donne ed Eros, Collettiva, Galleria Famiglia Margini, Milano 

I nuovi paesaggi - dove il cielo non è più blu, Collettiva, Famiglia Margini, Milano 

Sabbie d’oro. Fotografia astratta, Tripersonale, Gallery - Cafe' & Restaurant, Milano 

2008

Luci Fotografiche, Tripersonale, Galleria Comunale “Il Paradisino”, Modena 

In arte ... URSUS, Collettiva, Torre URSUS, Trieste 

Paesaggi dell’inconscio, Collettiva, Galleria Il Bracolo, Roma 

Merry Polaroid Christmas, Collettiva, Galleria Pho-Tò 35, Torino 

Le forme dell’addio, Tripersonale, occasione Fiera Internazionale del Libro a Torino, progetto tratto dal omonimo libro di psicologia di Umberta Telfener

Natural Design, Personale, per TurinPhotoFestival, Torino