Under the new European rules to inform the user that this site uses cookies to ensure the best browsing experience . This site uses cookies , including third parties . To learn more click on the link at the top Cookie Policy . If you continue in the navigation of this site you consent to the cookies .

Lingua Italiana English Language

 

Javier Marìn - Corpus

2018
Dates: 21 June 2018 - 09 September 2018

Place: MUDEC - Museo delle Culture di Milano - via Tortona 56, Milano (MI), Italia - a cura di Achille Bonito Oliva e di Alessandro Romanini

Javier Marin - Corpus

 

A cura di Christian Barragàn

 

Testi critici di Achille Bonito Oliva ed Alessandro Romanini

 

MUDEC – Museo delle Culture di Milano

21 giugno – 9 settembre 2018

Javier Marín torna a Milano dopo dieci anni dal progetto che aveva letteralmente invaso il

centro città, da Palazzo Reale a Piazza della Scala, con le sue Cabezas, grandi sculture colorate

con le fattezze di teste femminili. Le 36 opere d’arte che compongono CORPUS sono state

realizzate con tecniche e materiali diversi e in un arco temporale ampio all’interno del

percorso di Javier Marín, a sottolineare tutti i passaggi salienti della sua carriera: le sculture

incroceranno le loro strade nelle sale del MUDEC, perché una ventina di lavori arriveranno dal

Messico, tra cui Reflejos e Nudos, da Pietrasanta ne approdano altri 15, anch’essi già esistenti,

mentre arriverà dalla Val Gardena la monumentale scultura in legno Cabeza Chico Grande,

concepita e realizzata appositamente per questa occasione insieme ad artigiani specializzati 

della zona. Tutte le opere sono caratterizzate da un forte impatto visivo grazie alla loro

dimensione e alla loro imponenza: il famoso tappeto di corpi, l’opera En Blanco, torna in Italia

per essere esposta dopo la presentazione alla Biennale di Venezia del 2003, mentre il cavallo

Reflejo VII , scultura in bronzo realizzata in Messico nel 2016 e della sorprendente altezza di

oltre 7 metri, sarà collocato di fronte all’ingresso del museo a dare un benvenuto ai visitatori

dal carattere forte e travolgente tipico delle grandi opere di Marìn.

CORPUS, curata dal critico messicano Christian Barragàn, aprirà in continuità con un

approfondimento del museo sul Messico, offerto  in occasione della mostra Frida Kahlo "Oltre il mito" .

Il lavoro di Marin è un ulteriore elemento per una visione di insieme sulla produzione artistica messicana, che

mette le sue radici nel passato e si proietta in un presente in cui questo stesso artista è uno dei

dettagli di un disegno contemporaneo.

La mostra CORPUS è stata realizzata grazie alla Fondazione Javier Marìn con la presenza

dell’Ambasciata del Messico in Italia.